La Naked Cake

Come dice il nome stesso, la “Naked Cake” è una torta nuda, cioè non prevede i classici rivestimenti con creme, glasse, pasta di zucchero o altro.

naked cake 03

La sua principale caratteristica è il tipo di farcitura e di decorazione che le accompagna, quindi una “naked” deve essere preparata con giusti criteri e con un occhio particolarmente attento ai particolari.

Una torta “nuda”, al contrario di quanto si possa pensare, non è più semplice da preparare o meno spettacolare, al contrario!
Proprio per questo motivo negli ultimi anni è stata la scelta di moltissimi sposi per il loro giorno più importante.
Ma andiamo a conoscere meglio la “Naked Cake“!

Se ci si vuole cimentare nella preparazione di una “Naked Cake” bisogna prestare attenzione a tre elementi:

– precisione nella cottura e nel taglio: il dolce non viene stuccato né ricoperto, quindi ogni strato deve risultare perfetto. L’unico “vezzo” che accompagna una Naked Cake è una spolverata di zucchero a velo o una leggera pennellata della stessa crema usata per la farcia
– compattezza dell’impasto: un semplice pan di spagna, soprattutto se poi viene bagnato, potrebbe non essere adatto a questo tipo di torta, in particolare se vuoi farla a più piani, perché ogni strato deve reggere il peso della farcitura e dei livelli superiori
– scelta della farcia: solitamente tra uno strato e l’altro di dolce vanno applicati almeno due strati di farcia, quindi attenzione al sapore, che non deve risultare troppo stucchevole, ed alla sua consistenza.

Come scritto in precedenza le Naked Cake vengono usate anche come torte nuziali: possono infatti essere alte dai 10 cm fino ad arrivare a quattro-cinque piani.

naked cake 07

L’eleganza di questo dolce dipende soprattutto dalla precisione dei vari strati e dalle decorazioni che accompagnano la Naked Cake, come ad esempio frutta fresca, fiori veri, in gumpaste o in wafer paper, piccole decorazioni in pasta di zucchero e così via.

A seconda della stagione si sceglie di prediligere colori più caldi, come ad esempio il marrone del cioccolato in inverno, o colori più solari quando è estate, abbinando naturalmente il gusto ai sapori tipici di quella stagione.

L’impasto base

Sarebbe preferibile scegliere degli impasti a base di burro, che manterranno la Naked Cake umida senza dover usare una bagna. Infatti bagnare il dolce, in questo caso, significa dare meno forza alla struttura totale, con il rischio che non rimanga perfettamente equilibrata e “collassi”.

Le più usate sono quindi le cosiddette “basi americane”, come la Mud Cake, la Chiffon Cake, la Sponge Cake e la torta 4/4.

Dopo aver preparato le basi sarà necessario lasciarle raffreddare e poi tagliare i vari strati, facendo attenzione che siano tutti dello stesso spessore.

La farcitura

A seconda della stagione, è possibile scegliere un diverso colore e gusto per la farcitura. Di solito si utilizza la stessa crema per ogni strato della Naked Cake.

Le farciture più adatte sono la classica crema al burro, la ganache al cioccolato bianco, la crema al formaggio, o la ganache al cioccolato fondente. Si può anche dare sfogo alla fantasia e provare a creare altre creme: l’importante è che siano “ferme” e della giusta consistenza.

La realizzazione 

Bisogna applicare con l’ausilio di una spatola o con la sac a poche la crema sul primo strato di torta, avendo cura che sia più sottile del disco stesso, aggiungendo eventualmente la frutta o il cioccolato a seconda della  ricetta che si è scelta e poi applicare sopra il secondo disco. Premere leggermente, finché non avrà aderito perfettamente, poi proseguire con gli altri livelli che si sono previsti, sempre alternando crema e dischi.

Le decorazioni

La Naked Cake è una torta “nuda”, quindi le decorazioni devono essere essenziali e ben bilanciate. La frutta fresca rimane in assoluto la più adatta.

naked cake 06

fonti:cakedesignitalia.it