Close
(+39) 0383 944 550 info@mondosposirivanazzano.it
Quanto tempo è necessario per organizzare un matrimonio?

Avete ricevuto la proposta di fidanzamento ed ora siete pronte per organizzare il giorno che avete sempre sognato, ma quanto tempo in anticipo bisogna iniziare i preparativi senza che lo stress prenda il sopravvento? Ecco a voi qualche consiglio utile!

Organizzare un matrimonio è emozionante, ma è anche una vera e propria missione dato che la lista di cose da fare è davvero lunga, dalla scelta dell’abito da sposa a quella del buffet, dalla ricerca della location a quella delle bomboniere fino ad arrivare al fatidico giorno del Sì. Affinché possiate pianificare per tempo ogni singolo dettaglio senza fretta e affanni, meglio cominciare con i preparativi con largo anticipo. Si, ma quanto tempo è necessario?
Quanti mesi prima bisogna iniziare per evitare situazioni di stress e tensioni?
Molte spose si chiedono quanto tempo occorre per pianificare un giorno così importante senza fare le cose di fretta. Ebbene, per organizzare un matrimonio senza stress è consigliabile iniziare la preparazione dell’evento almeno 12 mesi prima della data prefissata per le nozze. Può sembrare tanto o poco a seconda dei caratteri, ma per gestire il tutto senza farvi assalire dalla sindrome di quella che gli americani chiamano “Bridezilla“, ovvero senza che lo stress da preparativi prenda il sopravvento, è preferibile cominciare un anno prima.

Quali sono i primi step da compiere?
Durante l’organizzazione di un matrimonio ci sono dei dettagli che vanno lasciati necessariamenti per ultimi, come può essere la prova delle acconciature sposa semiraccolte, ma la maggior parte dei preparativi è bene farli in anticipo e con calma, come, per esempio, la prova degli abiti da sposa, una fase particolarmente emozionante, che però può portarvi via più tempo del previsto. Sicuramente la ricerca della location e della chiesa (o della sede comunale) sono tra gli step fondamentali da cui partire, soprattutto se desiderate organizzare il matrimonio in un periodo di alta stagione.

C’è qualche fornitore in particolare che bisogna contattare prima degli altri?
Una volta prenotata la location e confermata la data per la cerimonia, potete cominciare a fissare gli appuntamenti con i fornitori che vi seguiranno nelle varie fasi dell’organizzazione. In particolare, sarebbe opportuno contattare per primi il fotografo e il fiorista, dato che entrambi sono essenziali al matrimonio e curano gli aspetti che seguono l’intero evento.

Quali sono le priorità?
L’organizzazione di un matrimonio è come un grande mosaico composto da tante tessere. Dovrete essere voi a saperle incastrare alla perfezione per la buona riuscita del vostro evento, senza dimenticarvi di nessuna tessera. Solo così otterrete un buon equilibrio tra tutte le cose, dalla scelta di originali partecipazioni agli addobbi floreali. Le priorità possono essere soggettive. Per alcune di voi sarà prioritaria la ricerca di un abito da sposa in pizzo, per altre le bomboniere e a seguire fiori e menù.

Una buona regola da tenere a mente per realizzare le varie attività può essere la “regola delle 3 A“: Ambiente (in cui sono compresi chiesa e location), Abito e Allestimenti (fiori, bomboniere, fotografo ecc.).

Sono molti i dettagli che compongono il giorno che avete sempre sognato e, anche se dopo aver ricevuto l’anello di fidanzamento non saprete da che parte iniziare, partire con i preparativi un anno prima rispetto alla data fissata (o stimata) sarà il tempo giusto per fare tutto senza particolare stress.

 

Fonti: Clelia Pennella - matrimonio.com